Come funziona la prima visita

La prima visita è l’appuntamento più importante: è fondamentale sapere qual’è il punto di partenza per capire dove poter arrivare. Per questo motivo dedico alla prima visita mediamente un’ora o anche un’ora e mezza; la parte iniziale di questo primo incontro è dedicata a conoscerci, definire gli obiettivi da raggiungere e le diverse esigenze.
Valuteremo lo stato nutrizionale, le abitudini di vita e lo stato di salute attraverso la cosiddetta anamnesi (anamnesi familiare, patologica ed alimentare). Nel caso di soggetti sportivi dedicheremo una buona parte a considerare il dispendio energetico relativo allo sport praticato, gli orari dell’allenamento e quanto concerne l’attività sportiva.
Nella seconda parte, costruiremo insieme il piano alimentare personalizzato, adattandolo ai proprio gusti e abitudini in modo da non discostarsi eccessivamente (per quanto possibile) dalle proprie abitudini quotidiane. In rari casi particolari che richiedono più tempo, il piano verrà elaborato nei giorni seguenti ed inviato tramite mail entro 1 settimana circa. È possibile avere anche un piano di allenamento personalizzato in base alle proprie esigenze (tempo a disposizione, obiettivi, capacità). Il piano di allenamento ha un piccolo costo aggiuntivo e viene elaborato entro 3-4 giorni circa dalla prima visita. 


Le visite di controllo vengono pianificate di volta in volta, generalmente con una cadenza variabile dalle 3 alle 5 settimane. Questo dipende dalle esigenze individuali e dagli obiettivi che pianificheremo durante la prima visita. Durante le visite di controllo si effettueranno nuovamente tutte le misurazioni (misure antropometriche e misura della composizione corporea attraverso bilancia impedenziometrica). Analizzeremo il piano alimentare e l’andamento della “nuova alimentazione”, apportando eventuali modifiche al piano laddove necessario.
Raggiunti gli obiettivi prefissati verrà elaborata una dieta di mantenimento sul lungo periodo.